Cronache da Freespace

Allestimenti: è sempre una questione di “classe” I nostri giudizi (e i parametri di valutazione) sulla mostra principale e le partecipazioni nazionali   Per i cultori della materia “allestimento” e per chi volesse cimentarvisi, la Biennale di architettura è una palestra di eccezione. Suggeriamo di gironzolare senza impegno...

Breve glossario della Biennale Gli highlights della sedicesima edizione, dalla A di Arabia Saudita alla Z di Zumthor   A come ARABIA SAUDITA. Insieme ad un gruppetto di altri paesi, è all’esordio alla Biennale Architettura. Facendo le cose in grande: collocazione centrale all’Arsenale, allestimento importante e...

Robin Hood Gardens: a Ruin in Reverse In collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra, la Biennale presenta un reperto del noto complesso di housing sociale ora in demolizione. Riflessioni sul fallimento di un’utopia   Il meglio sta fuori: la forza del reperto in calcestruzzo prefabbricato dei Robin Hood...

Freespace is everywhere you want   La mostra principale, distribuita tra le Corderie dell’Arsenale e il Padiglione Centrale ai Giardini, non fuga le perplessità circa la vaghezza del significato del Freespace   L’emblema di questa Biennale potrebbe essere l’installazione di Barclay & Crousse: non potendo reificare...

Sezioni speciali Inserite direttamente nella mostra principale, raccontano esperienze di punta della didattica e della ricerca (fatta all’Accademia di Mendrisio) in “The practice of teaching”, e sperimentazioni di architetti irlandesi ispirate da progetti che fanno parte della storia dell’architettura (“Close...

Related Posts