Freespace: i Padiglioni Nazionali

Arabia Saudita Alla sua prima partecipazione, il paese, curato da due donne, indaga gli spazi che stanno in mezzo alla densità   L’installazione più del programma. L’Arabia Saudita esordisce alla Biennale Architettura costruendo 5 grandi spazi (“Spaces in Between”, che danno anche il titolo alla presenza) al piano...

Spagna “Becoming” illustra una necessaria e radicale fase di trasformazione per il paese con un padiglione che si svuota per trasferirsi su pareti che diventano colorati murales   L’ampio padiglione spagnolo, ai Giardini, è una concreta presa di contatto con il cambio di stilemi e chiavi di lettura dovuto alle crisi...

Argentina La Vértigo Horizontal del paesaggio, quello delle sterminate pampas e quello realizzato dall’uomo dopo il 1983, sono al centro di un padiglione suggestivo che si espande ben oltre i suoi confini fisici   “… la più frequente tra tutte quelle espressioni, che troviamo succeda quel che succeda e costi quel che...

Austria “Thoughts Form Matter”   I contributi dei tre studi (Henke Schreieck, LAAC, Sagmeister & Walsh), invitati dalla curatrice Verena Konrad, interpretano il concetto di Freespace con tre installazioni spaziali che si compenetrano e convergono in parte l’una nell’altra; concretizzano e visualizzano concetti quali...

Danimarca Possible Spaces: quattro progetti (+1) per proposte di sviluppo sostenibile   Nuove pratiche per aree già edificate e innovazione per lo sviluppo sostenibile sono le parole chiave di un padiglione danese che racconta attraverso quattro progetti selezionati da Natalie Mossin altrettante proposte di sviluppo...

Finlandia “Mind-building”   Il padiglione finlandese curato da Anni Vartola parte da una tipologia specifica, l’architettura delle biblioteche e degli spazi bibliotecari pubblici, per indicare il luogo simbolo in cui si coltiva la libertà intellettuale e la creatività. Freespace quindi inteso come uno spazio libero per...

Messico “Echoes of a Land”   Uno spazio molto ordinato presenta una teoria di strutture metalliche -realizzate in assonanza con quelle originali dell’edificio- che portano straordinari pannelli/modelli in pietra. Queste ampie pareti offrono lo spazio per lo scorrere della narrazione, fatta di contrasti e vulnerabilità...

Svizzera “240: House Tour”   Le dimensioni, si sa, contano. Eccome. La Svizzera ne fa una questione di principio e mette in mostra, nel suo Padiglione dei Giardini, un percorso di sensazioni che ti trasformano, in pochi passi, ora in un lillipuziano ora in un gigante. Un’esperienza oggettivamente coinvolgente, quasi come...

Indonesia Sunyata: The Poetics of Emptiness   Sulle panche poste ai lati dello spazio unico del padiglione campeggia la scritta Enjoy the Silence. Ci si siede e si guarda in silenzio la dolce curva dei candidi fogli di carta appesi baciati dalla luce. Non capita spesso, ma quando capita è un sicuro indice: un...

Padiglione Santa Sede “Vatican Chapels”: lo scandalo della Croce   La porta stretta da cui si accede alla cappella di Terunobu Fujimori sembra la perfetta metafora dell’insegnamento evangelico su coloro che si salvano (Luca, 13,24). E, dei dieci progettisti di rango prescelti dalla Santa Sede per realizzare le cappelle,...

Canada Con “UNCEDED: Voices of the Land” (che all’Arsenale celebra l’architettura delle culture indigene) e “Canada Builds/Rebuilds a Pavilion in Venice” (che ai Gardini celebra il restauro del padiglione e la sua storia) il Canada raddoppia la sua presenza in Biennale   Canada 1 e Canada 2: come in una gara di bob i...

Portogallo In “Public without rhetoric” 12 progetti pubblici dialogano, attraverso un allestimento misurato ed evocativo, con gli spazi di Palazzo Giustinian Lolin   Chi riparte da Venezia chiedendosi “Ma l’architettura dov’era? Ma i disegni?”, probabilmente non ha visitato il Padiglione Portogallo. Ci vuole...

Giappone “Architectural Ethnography: Portraits on Livelihood”: una partecipazione sottotono   È il tema dell’etnografia architettonica quello sviluppato dai curatori Momoyo Kajima, Laurent Stadler e Yu Iseki. I visitatori sono invitati a compiere, immersi in un atto zen, dieci azioni: scegliere un disegno, immergersi...

Francia “Infinite Places –  Building or Making Places?”: la grandeur lascia il passo alla partecipazione   Encore Heureux, curatori del padiglione, interpretano il concetto di Freespace tenendo il punto sul rapporto tra pubblico e cittadini, dimostrando una prerogativa nella riconversione di immobili attraverso processi...

Stati Uniti “Dimensions of Citizenship”: quando l’architettura sfida la politica   È uno dei padiglioni più politici, che si pone contro le derive razziste dell’amministrazione Trump rappresentando il concetto di cittadinanza attraverso sette temi: Citizen, Civitas, Region, Nation, Globe, Network, Cosmos. L’architettura...

Paesi Nordici (Finlandia – Norvegia – Svezia) Another Generosity suggerisce una riflessione tra artificio e natura e natura e ambiente costruito, con l’architettura che diventa tramite per la coesistenza   In un’architettura che, disegnata da Sverre Fehn nel 1962, non smette di essere fra le migliori in assoluto della...

Cina Building a Future Countryside è un Manifesto che attraverso sei sezioni tematiche guarda alle aree rurali e ai progetti per l’alternativa allo sviluppo urbano   Il Padiglione della Cina, “Building a Future Countryside”, si cimenta con gli ambiziosi temi mirati ai progetti di sviluppo dell’immensa provincia rurale...

Irlanda   Free Market: il Freespace celebra i luoghi del mercato delle piccole città irlandesi     La città rurale è un posto importante in Irlanda, con un’identità unica, caratterizzata da culture urbane distinte e radicati sistemi di scambio sociale e commerciale. Mentre molti di questi paesi vivono ora sfide economiche...

Gran Bretagna All’interno di una Biennale affollatissima, per i britannici l’unico freespace possibile è il tetto del proprio padiglione   Non fatevi ingannare dalle impalcature che lo avvolgono, non  è in ristrutturazione, ma sorregge e conduce alla grande terrazza costruita sulla copertura, mentre l’interno del...

Grecia The School of Athens: spazi di circolazione all’interno dei luoghi per l’insegnamento   I freespace sono i percorsi e comunque tutto ciò che non è aula all’interno degli edifici accademici: spazi comuni e di passaggio, ambienti non definiti da un uso preciso, ma che sono visti come spazi di relazione. Per i...

Germania Unbuilding Walls. From Death Strip to Freespace   I muri dividono e rompono la continuità. Non realizzano un “freespace”, ma esattamente il contrario: 2 realtà contrapposte. E la vicenda tedesca lo ha dimostrato con il più tremendo muro della recente storia europea. Ma è proprio il Padiglione tedesco alla 16....

Station “Russia” Il Freespace esplorato attraverso la ferrovia e il susseguirsi di cinque stazioni   La Russia esplora il tema Freespace sulla base di una riflessione del curatore Semyon Mikhailovsky, che vede lo sterminato territorio esteso su dodici fusi orari come la naturale dimensione del paese. Per conoscere,...

Australia: Repair Una prateria australiana in Laguna metafora di un nuovo equilibrio con la natura e l’ambiente   Negli spazi del padiglione progettato da Denton Corker Marshall Architects, aperto a maggio 2015, l’Australian Institute of Architects ha affidato alla coppia di architetti Mauro Baracco e Louise Wright e...

Emirati Arabi Uniti: Lifescapes Beyond Bigness Il paese del Golfo guarda alla vita di tutti i giorni e ai suoi spazi attraverso quattro paesaggi umani e urbani   Gli Emirati Arabi Uniti scoprono che esiste una vita quotidiana dietro il gigantismo delle nuove città del golfo, scoperta che era già stata annunciata nella...

Related Posts