Arabia Saudita Alla sua prima partecipazione, il paese, curato da due donne, indaga gli spazi che stanno in mezzo alla densità   L’installazione più del programma. L’Arabia Saudita esordisce alla Biennale Architettura costruendo 5 grandi spazi (“Spaces in Between”, che danno anche il titolo alla presenza) al piano...

Spagna “Becoming” illustra una necessaria e radicale fase di trasformazione per il paese con un padiglione che si svuota per trasferirsi su pareti che diventano colorati murales   L’ampio padiglione spagnolo, ai Giardini, è una concreta presa di contatto con il cambio di stilemi e chiavi di lettura dovuto alle crisi...

Un’edizione che non rimarrà nella storia I commenti a caldo di alcuni osservatori speciali   “Non epocale, generica, conservativa”. Pur con sfumature diverse e con qualche apertura di credito, il tenore dei primi commenti degli osservatori al “Freespace” delle Grafton è abbastanza univoco: edizione che non entrerà nel...

Allestimenti: è sempre una questione di “classe” I nostri giudizi (e i parametri di valutazione) sulla mostra principale e le partecipazioni nazionali   Per i cultori della materia “allestimento” e per chi volesse cimentarvisi, la Biennale di architettura è una palestra di eccezione. Suggeriamo di gironzolare senza impegno...

Argentina La Vértigo Horizontal del paesaggio, quello delle sterminate pampas e quello realizzato dall’uomo dopo il 1983, sono al centro di un padiglione suggestivo che si espande ben oltre i suoi confini fisici   “… la più frequente tra tutte quelle espressioni, che troviamo succeda quel che succeda e costi quel che...

Austria “Thoughts Form Matter”   I contributi dei tre studi (Henke Schreieck, LAAC, Sagmeister & Walsh), invitati dalla curatrice Verena Konrad, interpretano il concetto di Freespace con tre installazioni spaziali che si compenetrano e convergono in parte l’una nell’altra; concretizzano e visualizzano concetti quali...

Breve glossario della Biennale Gli highlights della sedicesima edizione, dalla A di Arabia Saudita alla Z di Zumthor   A come ARABIA SAUDITA. Insieme ad un gruppetto di altri paesi, è all’esordio alla Biennale Architettura. Facendo le cose in grande: collocazione centrale all’Arsenale, allestimento importante e...

Danimarca Possible Spaces: quattro progetti (+1) per proposte di sviluppo sostenibile   Nuove pratiche per aree già edificate e innovazione per lo sviluppo sostenibile sono le parole chiave di un padiglione danese che racconta attraverso quattro progetti selezionati da Natalie Mossin altrettante proposte di sviluppo...

Robin Hood Gardens: a Ruin in Reverse In collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra, la Biennale presenta un reperto del noto complesso di housing sociale ora in demolizione. Riflessioni sul fallimento di un’utopia   Il meglio sta fuori: la forza del reperto in calcestruzzo prefabbricato dei Robin Hood...

Finlandia “Mind-building”   Il padiglione finlandese curato da Anni Vartola parte da una tipologia specifica, l’architettura delle biblioteche e degli spazi bibliotecari pubblici, per indicare il luogo simbolo in cui si coltiva la libertà intellettuale e la creatività. Freespace quindi inteso come uno spazio libero per...