Cultura del dormire

Cultura del dormire

Le ragioni di uno speciale

Dormiamo in media 90 minuti in meno per notte rispetto a 70 anni fa. L’interesse degli italiani sul mondo del sonno ha registrato su alcuni portali di e-commerce un balzo del 26%, con la fascia d’età tra i 25 e i 34 anni che si è rivelata la più interessata all’acquisto di letti e materassi (23%). Le tipologie di prodotto maggiormente ricercate sono cuscini, piumini e farmaci per insonnia e stress che hanno interessato un’utenza più che triplicata rispetto ai 12 mesi precedenti le rilevazioni citate negli articoli di questo speciale.

I centri del sonno censiti dall’Associazione Italiana Narcolettici e Ipersonni coprono ormai quasi tutte le regioni italiane. Si moltiplicano le figure e i servizi delle “tate del sonno”, con tanto di lezioni virtuali che offrono una panoramica dello sviluppo dei piccoli dal punto di vista psicologico, motorio ed emotivo e suggerimenti per aiutare le famiglie a dormire sonni più sereni. Esistono tecnologie low-cost per monitorare il sonno e si studiano con sempre maggiore frequenza i disturbi del sonno associati all’uso delle nuove tecnologie. Esiste un’architettura del sonno (in 4 fasi) e una neuroarchitettura del sonno finalizzata a rimettere in armonia le esigenze fisiologiche del nostro corpo con il divenire del nostro ambiente.

Non potevamo non incuriosirci. Non potevano non parlarne. Non potevamo non raccogliere in uno speciale tutte le stimolazioni giunte dalla nostra rete di professionisti, esperti, architetti, designer e sponsor. Dormiamoci sopra.

A cura di Ubaldo Spina

 

MAIN PARTNER

La neuroarchitettura ipnica lavora per rimettere in armonia le esigenze fisiologiche con il divenire dell’ambiente in cui viviamo

Il luogo del sonno dev'essere la proiezione dalla mente verso l’esterno. Se non c’è corrispondenza, arriva lo stress

L’opinione dei designer: intervista allo studio Spalvieri & Del Ciotto

Come cambia il settore dei letti, con materiali naturali e avanzati per strutture e imbottiture

Dal cubiculum romano all’Abitacolo di Bruno Munari

*** L’approccio integrato alla sostenibilità di “Perdormire”

Sistema di screening e di allarme in grado di identificare il rischio di apnee del sonno

Al risveglio, considerazioni in chiusura dello speciale sulla cultura del dormire

Share
Related Posts