Indonesia

Di Alessandro Colombo  •  Mag 26, 2018 at 3:12pm  •  I padiglioni nazionali 2018

Indonesia

Sunyata: The Poetics of Emptiness

 

Sulle panche poste ai lati dello spazio unico del padiglione campeggia la scritta Enjoy the Silence. Ci si siede e si guarda in silenzio la dolce curva dei candidi fogli di carta appesi baciati dalla luce. Non capita spesso, ma quando capita è un sicuro indice: un allestimento che induce al silenzio, come un’architettura che riesce a farlo, è un buon allestimento.

Sunyata: la poetica del vuoto è il titolo di questo piccolo padiglione che rischia di essere uno dei più riusciti di questa Biennale. Lo è per la sobrietà dei mezzi usati in rapporto alla quieta monumentalità del risultato. Lo è per la discrezione ed eleganza del sapersi porre di questo paese composto da migliaia di isole. Lo è per la qualità del messaggio, che non rinuncia a misurarsi con temi di vitale importanza. Lo spazio architettonico si realizza utilizzando il vuoto, l’emptiness, un metodo fondato culturalmente “per liberare l’esperienza spaziale dall’oculocentrismo e dall’egemonia delle griglie”. Il pubblico è coinvolto nella mostra e ne è al centro esaltando la sostanza dell’ordine spaziale e non i singoli elementi di base. Il padiglione intende sottolineare l’importanza di un approccio progettuale basato sulla collaborazione fra artigiano e architetto, in una dialettica diffusa in Indonesia. Il concetto di vuoto è al tempo stesso presente in molte prassi costruttive locali. Il vuoto è però inteso come entità attiva: lo zero, ad esempio, ha un valore ben preciso. Il vuoto è uno strumento per donare ordine allo spazio senza utilizzare maglie strutturali.

Concetti complessi e pratiche tradizionali meravigliosamente espressi da un gesto semplice che disegna lo spazio e dona forti emozioni ai visitatori.

 

Related Posts

Alla sua prima partecipazione, il paese, curato da due donne, indaga gli spazi che stanno in mezzo...

"Becoming" illustra una necessaria e radicale fase di trasformazione per il paese con un padiglione...

La Vértigo Horizontal del paesaggio, quello delle sterminate pampas e quello realizzato dall’uomo...

Leave a Reply